Poste Italiane, AD Massimo Sarmi: accredito della pensione su Conto BancoPosta Più, Libretto postale e Inps Card. Conto corrente gratuito per pensionati over 65

Poste Italiane, accredito della pensione con il Conto BancoPosta Più, il Libretto postale e la Inps Card. Il conto corrente è gratuito per i pensionati over 65. Le soluzioni offerte da Poste Italiane, guidate da Massimo Sarmi, sono semplici, sicure e senza costi e permettono l’accredito della pensione in linea con le norme introdotte dalla Legge 22 dicembre 2011 n. 214. Attualmente le pensioni pagate in contanti da Poste Italiane sono 2,4 milioni.

Per agevolare i pensionati, Poste Italiane, guidate da Massimo Sarmi, offre tre opportunità: il Conto BancoPosta Più, il Libretto postale ordinario nominativo e la InpsCard: la pensione sarà accreditata il primo giorno lavorativo del mese di competenza ed il pensionato potrà prelevare gratuitamente presso tutti i 14 mila uffici postali o presso gli sportelli postali automatici Postamat.

Per tutto il 2012 il Conto BancoPosta Più è offerto gratuitamente, senza alcuna spesa di tenuta conto, a tutti i pensionati Inps e Inpdap di età superiore ai 65 anni che accrediteranno la propria pensione sul conto entro il 31 marzo 2012 e manterranno attivo il servizio fino al 31 dicembre 2012. La promozione è valida sia per le persone già clienti di Conto BancoPosta Più, sia per i nuovi sottoscrittori. Inoltre Conto BancoPosta Più offre l’estratto conto mensile gratuito, alti rendimenti sulla liquidità e, a chi sottoscrive la carta Postamat (costo annuo € 10), prelievi gratuiti in numero illimitato sia negli uffici sia presso gli sportelli automatici postali.

Il Libretto di risparmio nominativo ordinario è emesso dalla Cassa Depositi e Prestiti garantiti dallo Stato Italiano e offre alti rendimenti in confronto ad analoghe forme di risparmio. Non comporta alcuna spesa di apertura o di gestione, può essere intestato anche ad altre persone e può essere associato gratuitamente alla Carta Libretto postale, che permette di eseguire operazioni di prelievo e di versamento in tutti gli uffici postali e i Postamat.

La terza soluzione proposta da Poste Italiane è la InpsCard, la carta di prelievo rivolta ai pensionati Inps che ritirano la pensione allo sportello degli uffici postali. La sua principale funzione è quella di ricevere l’accredito della pensione direttamente sulla carta. L’attivazione della InpsCard è gratuita e non ci sono spese per i prelievi di contante dai Postamat. La InpsCard opera sul circuito nazionale Postamat e sul circuito internazionale Cirrus/Maestro e consente di effettuare acquisti presso gli esercizi commerciali convenzionati, senza alcun costo aggiuntivo.

Inoltre i pensionati con accredito della pensione su Conto Corrente, Libretto di Risparmio (se in possesso di Carta Libretto Postale) e su Carta INPS, usufruiscono di un plafond assicurativo gratuito di 700 euro annui a copertura dei rischi per eventuale furto, rapina o scippo di contante.

FONTE: Poste Italiane

Questa voce è stata pubblicata in Conto BancoPosta Più, Inps Card, Libretto Postale, Massimo Sarmi, Poste Italiane e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.